Libri

Fiammetta, l’ultimo romanzo di Emanuela E. Abbadessa

Fiammetta Renzi, una maestra fiorentina, è la protagonista del romanzo di Emanuela E. Abbadessa edito da Rizzoli Editore, che dalla protagonista prende proprio il titolo di “Fiammetta”. Ambientato alla fine del XIX secolo il romanzo parla, attraverso la vicenda della protagonista, della dura lotta per l’emancipazione delle donne, che costò a molte sofferenze e i soprusi causati da secoli di maschilismi e di pregiudizi.

abbadessa

Era da tempo che Fiammetta, amante della poesia e intellettuale perspicace, desiderava conoscere personalmente Mario Valastro, il poeta di Catania che quotidianamente, nel suo umile e grigio alloggio, legge avidamente. Quando il poeta giunge a Firenze per una conferenza non può farsi scappare l’occasione di conoscerlo. Così il giorno della conferenza riesce ad attirare su di sé l’attenzione del poeta, con il quale instaurerà un fitto scambio epistolare, che ben presto si trasforma in un innamoramento tra i due e nel successivo matrimonio. Fiammetta, entusiasta della nuova vita priva ormai di stenti, si trasferisce a Catania, ma non immaginerà mai a cosa andrà incontro la sua esistenza. Convinta sostenitrice della propria libertà, dei diritti di uguaglianza e di emancipazione femminile, rappresentati in modelli di donne che la protagonista aveva tanto ammirato, ben presto entrerà in contrasto forte con una mentalità ancora arretrata, in cui il ruolo della donna è semplicemente inscritto nel perimetro delle mura di casa, dedito a faccende puramente femminili. Nemmeno l’uomo che aveva tanto ammirato si rivela diverso, anzi diventerà una sorta di aguzzino incapace di amare veramente. Delusa da quella vita e oltraggiata, la donna, dopo l’ultimo episodio di violenza, decide di scappare e tornare a Firenze, dove ad aspettarla c’è il maestro Stefano Pucci, che l’ama devotamente e sinceramente. L’errore più grande di Fiammetta è stato quello di credere che la società stesse cambiando, che esistessero ormai i presupposti per intraprende il cambio di mentalità e di costume, ma non era così, si era solo ingannata, affascinata dalle letture e dai movimenti d’oltralpe.

“Fiammetta” è un romanzo bello da leggere, un romanzo che si può definire classico, quasi anacronistico, ma che trasmette al lettore una piacevole sensazione di vivere in un’altra epoca, un’epoca ancora fatta di corsetti, di corrispondenza cartacea, di cappellini decorati da fiori profumati. Al termine del romanzo, in una nota, l’autrice informa il lettore che la storia è liberamente ispirata a personaggi realmente esistiti. Precisando che non vi è alcuna volontà di descriverne le biografie, è possibile individuare in Fiammetta la maestra toscana Giselda Fojanesi, moglie del poeta catanese Mario Rapisardi e pare amante del più famoso Giovanni Verga.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...