Segnalazione | Il maestro dei morti di Yannick Roch

Il maestro dei morti è il romanzo d’esordio di Yannick Roch, un autore francese che vive in Italia da anni

Il Maestro dei morti” è l’esordio letterario di Yannick Roch, autore francese che vive in Italia da anni. In questo romanzo viene raccontata la storia dei Lathune, la famiglia di un grande editore parigino, la cui moglie scompare misteriosamente. La scomparsa viene denunciata, ma la polizia non riesce a fare luce sul caso. È così che Sophie Lathune, la figlia minore dei Lathune, decide di occuparsi da sola delle indagini, chiedendo aiuto a Renard e Tortue, due investigatori che faranno di tutto per sbrogliare una fitta rete di segreti.

Questo romanzo è un ritorno alle origini del giallo moderno: quello nel quale l’investigatore e il colpevole si affrontano in un braccio di ferro fatto di indizi, enigmi, false piste e maschere.

Scrivendo “Il Maestro dei morti”, il mio intento – dichiara l’autore – era di creare una vera detective story con un caso che riguardasse direttamente la professione d’investigatore privato: gli omicidi sono per la polizia, non per un detective”. Sull’ambientazione del romanzo Yannick Roch dice: “La scelta di Parigi come ambientazione è voluta, ma non per la mia origine francese, ma perché è nella Ville-Lumière che autori come Edgar Allan Poe o Gaboriau hanno ambientato i primi romanzi, i quali hanno gettato le basi per una nuova generazione di romanzo giallo: quello deduttivo”.

Sui tempi di ambientazione, dice l’autore: “il momento storico non è una scelta casuale: il 1933 è stato l’ultimo anno prima di grandi cambiamenti, nonostante la delicata situazione politica in Italia e in Unione Sovietica, i parigini pensavano ancora di essere lontani anni luce da quel vortice che poi ha colpito il mondo intero dopo”.

Ne “Il Maestro dei morti“, il lettore fa un viaggio nello spazio e nel tempo: visiterà Parigi, ne vedrà le ombre e le luci, scoprirà le difficoltà vissute dalle donne di allora e ancora il mondo della borghesia e della gente “perbene”, ma soprattutto viaggerà nel labirinto della mente umana.

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...