Segnalazione | “Mala Jin. Tulipani nel cemento” di Anna D’Auria

Mala Jin narra con grande lucidità il dramma quotidiano delle donne curde, bambine cresciute troppo in fretta, giovani guerrigliere pronte a difendere il proprio diritto alla vita

Il libro che segnaliamo oggi narra la storia delle donne curde costrette ad imbracciare le armi e a crescere in fretta per difendere il diritto alla vita. L’opera di Anna D’Auria si intitola “Mala Jin. Tulipani nel cemento” ed è edito dal Gruppo Albatros Il Filo.

Sinossi:

Accadde per la prima volta il giorno del suo quindicesimo compleanno: la sensazione di uscire dal proprio corpo e di guardarsi dal di fuori, quasi l’anima avesse preso una pausa per volgersi verso un altrove popolato di altre anime, che hanno ormai perso per sempre la propria dimensione corporea. È qui che Elena trova conferma a un sentimento che già da tempo albergava nel suo cuore: poco o niente della vita che ha condotto fino ad ora le appartiene, non il suo nome né il suolo che calpesta ogni giorno, perfino l’amore della donna che l’ha cresciuta come una figlia non è sufficiente a sopire quella sensazione di essere venuta al mondo per fare altro, qualcosa di più importante. Poche parole lasciate su un foglio – “devo tornare nella mia terra” – e poi l’inizio del lungo viaggio verso Muş, una delle zone della Turchia a prevalenza curda, alla riscoperta del proprio passato per dare un significato al proprio futuro… Intenso e coinvolgente fin dalle prime pagine, Mala Jin narra con grande lucidità il dramma quotidiano delle donne curde, bambine cresciute troppo in fretta, giovani guerrigliere pronte a imbracciare il Kalashnikov per difendere il proprio diritto alla vita, anche a costo di sopprimere per sempre ogni naturale istinto femminile.
Qui giunge a compimento la parabola di formazione della protagonista e, tra le asperità delle montagne dell’Anatolia e il cemento di città fatiscenti, sboccia alla fine un nuovo tulipano.

L’Autrice

L’Autrice:

Anna D’Auria è laureata in lettere classiche, indirizzo Filologico-Letterario, presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Attualmente insegna Latino e Greco al liceo classico ‘‘Plinio Seniore’’ di Castellammare di Stabia.
Ha ideato e condotto il format Lungo i sentieri della classicità trasmesso su Bom Channel (Aprile 2021). È autrice dei romanzi La carezza dell’Èidolon del mare (settembre 2020) e Skià. Il volto di un’ombra sul cuore (dicembre 2020).
Recentemente ha pubblicato la sua prima silloge poetica dal titolo Anthea. I fiori della vita (settembre 2021).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...